• Background Image

    stampa & media

MEDICINA RIGENERATIVA IN MEDICINA E CHIRURGIA ESTETICA – dentrocasa, marzo 2014

La medicina rigenerativa si fonda sulle potenzialità terapeutiche intrinseche nel corpo umano. Ogni tessuto possiede linee cellulari indifferenziate in grado potenzialmente di riparare un danno e talune cellule contengono fattori di crescita che possono contribuire alla rigenerazione di aree danneggiate.
Frequentemente ed in modo improprio e tendenzioso si fa riferimento all’utilizzo cellule staminali in medicina commettendo un errore infatti nei paesi comunitari non è previsto per legge l’impiego clinico di linee cellulari staminali. È possibile invece impiegare precursori cellulari non ancora completamente differenziati ma in grado di replicare e maturare per costituire un tessuto sano.
In clinica oggi è possibile prelevare del tessuto adiposo per isolarne gli elementi cellulari di minor diametro ovvero ricchi di preadipociti per reinnestarli e riparare aree di sottocute o di tessuto adiposo stesso danneggiate. È possibile colmare avvallamenti in prossimità di traumi oppure aree di deficit nella mammella in esiti di intervento chirurgici oppure, con la sola finalità estetica, per l’incremento di volume di mammelle glutei o zigomi.
Oggi disponiamo di un sistema certificato per isolare da qualsiasi tessuto (cute, tessuto adiposo, muscolo, osso, cartilagine) elementi cellulari dal diametro inferiore ai 50 micron quindi ricchi di linee cellulari immature per stimolare la riparazione del tessuto interessato. È concretamente possibile stimolare l’osteointegrazione di impianti ortopedici o odontoiatrici oppure arricchire gli innesti di tessuto adiposo autologo durante il lipofilling oppure ancora per stimolare semplicemente la rigenerazione di un tessuto danneggiato. Senza false illusioni immaginiamo quanto potrebbe essere innovativo in un prossimo futuro rigenerare un miocardio infartuato.
Nella pratica quotidiana in chirurgia plastica si sfruttano già i fattori di crescita contenuti nelle piastrine secondo una tecnica nota come prp per stimolare la riparazione di tessuti cutanei danneggiati.
Recentemente una importante testata scientifica ha reso noto i risultati di uno studio danese che apre uno scenario di speranze per il futuro con la clamorosa possibilità di rivoluzionare la logica degli interventi di mastoplastica o di ricostruzioni nel caso di deformità conseguenti a gravi traumi.

INFO

 

Via dei Mille, 14 25122 Brescia
Istituto chirurgico Palazzo Manzoni
(Piano Terra)

Parcheggio privato sul retro della
struttura con accesso da Via f.lli Bronzetti 16

 

-Tel. +39.030.295509
-Mob. +39.335.281861
-Fax +39.030.2404119
-Email info@mottaepartners.it

Motta e Partner Stp srl PI e CF 03866340981 - Privacy Policy